GELA (Cl). Il territorio è uno di quelli sotto incantesimo. Un paesaggio meraviglioso, paradisiaco, quasi bucolico, in cui il tempo sembra essersi arrestato e in cui le vigne disegnano le radiose e vivide geometrie irregolari del panorama di una Sicilia espressiva. Siamo nella riserva naturale orientata del Lago Biviere, area protetta nel comune di Gela dal 1997, luogo intessuto di miti antichi e credenze popolari, e l’azienda vinicola è quella di Casa Grazia.

È qui che si modella il desiderio di una donna innamorata della sua terra. Una donna sognatrice ad occhi aperti. Una donna elegante, gentile, raffinata. Giusto come i suoi vini. Maria Grazia Di Francesco Brunetti è proprio così. Costante e paziente curatrice delle sue vigne, riversa con purezza d’animo tutta la sua sensibile personalità esprimendo l’identità di una Sicilia autentica, affascinante e ancorata a prìncipi intramontabili.
Continua a leggere l’articolo su Orogastronomico